Cura dei capelli

Cura dei capelli: scopri i consigli per la cura dei capelli

Cura dei capelli: i nostri consigli

 
Per avere capelli belli, sani e lucenti, bisogna avere come obiettivo principale  l’idratazione: i capelli ben idratati sono capelli sicuramente più resistenti, meno esposti al rischio rottura e all’effetto spento, secco e crespo.
Cura dei capelli: scopri i consigli mishmish per la cura dei capelli
Qui alcune tips sulla cura dei capelli che probabilmente non conoscevi!
 

Shampoo

La scelta del tipo di shampoo è importante e dipende da diversi fattori: tipo di capello, stile di vita, esigenze personali o eventuali inestetismi del cuoio capelluto.
Vi consigliamo di non privilegiare prodotti troppo aggressivi: lo scopo di un buono shampoo è quello di pulire senza aggredire il capello e senza alterarne il film idrolipidico che lo protegge.
Utilizzate quindi prodotti senza dosi eccessive di tensioattivi, sostanze che tendono a rimuovere il film idrolipidico, diventando quindi  responsabili della secchezza dei vostri capelli: la loro presenza è sì decisamente importante, perché permette di rimuovere le impurità, ma non in quantità eccessive, perché aggredirebbero non solo lo sporco dei capelli, ma anche la loro protezione naturale.
Perciò ti consigliamo formulazioni più delicate aventi sì azioni pulenti, senza però schiumare esageratamente: ti ricordiamo che l’equazione molta schiuma=più detersione non è affatto vera ed inoltre non è nemmeno necessario utilizzare dosi eccessive di prodotto per una buona detersione. Poco prodotto diluito con acqua e massaggiato con movimenti circolari, in modo da stimolare la microcircolazione del cuoio capelluto.
 
Ma quanti shampoo fare durante la settimana? La risposta è che non c’è una regola, il numero di lavaggi varia a seconda del tipo di capello, della quantità di sebo prodotta dalla cute, dello stile di vita, della sudorazione, dell’umidità, eccetera eccetera. Sfatiamo quindi il mito che consiglia di fare
meno lavaggi possibili. Si può arrivare a detergere i capelli anche tutti i giorni della settimana, quello che fa veramente la differenza è il prodotto utilizzato.
 

Spazzola e Phon

Probabilmente vi sembrerà strano, ma vi consigliamo di non pettinare i capelli bagnati con spazzole o pettini. I capelli bagnati sono più fragili dei capelli asciutti e tendono di più a spezzarsi. Ma allora come fare ad asciugare i capelli senza averli prima pettinati? La risposta è semplice: pettinarli da asciutti prima di bagnarli e, successivamente- da bagnati- pettinarli con le dita delle mani; una volta asciugati potrete poi utilizzare la vostra amata spazzola, ma sempre con delicatezza.
 
Per quanto riguarda il phon, il consiglio è quello di mantenere una "distanza di sicurezza” di almeno quindici/venti centimetri, visto che il calore dell’aria che emette aumenta al diminuire della sua distanza.

 

Maschere idratanti fai da te

Le maschere e gli impacchi sono molto importanti per l’idratazione dei capelli.
1/2 volte la settimana vi consigliamo una maschera super naturale e fatta in casa, composta da un avocado ben maturo e da un tuorlo d’uovo: schiacciate bene l’avocado e aggiungete il tuorlo, in posa sui capelli per almeno mezz’ora e il risultato è garantito!
 
In alternativa vi proponiamo un impacco di olio, olio di cocco, di argan o anche del semplice olio di oliva che sicuramente troverete in cucina!
 

Curiosità: La crescita dei capelli

La crescita dei capelli avviene mediante un meccanismo chiamato accrescimento pilifero, che avviene internamente, nella parte  più profonda della pelle: dal bulbo. Da qui sfatiamo subito un altro mito, secondo cui spuntare i capelli li fa crescere più velocemente: tagliare i capelli non stimola la loro crescita, né tantomeno li rinforza; serve solo per eliminare la parte danneggiata!
 
Un aspetto importante da tenere in considerazione per la crescita dei capelli è la microcircolazione. Un bulbo ben vascolarizzato lavorerà molto meglio rispetto ad uno che lo sia di meno.
Come stimolare la microcircolazione? Con massaggi circolari al cuoio capelluto, fatti quotidianamente. Se siete pigre e non avete voglia di massaggiarvi la testa, esistono spazzole con i dentini tondeggianti che creano un naturale massaggio senza graffiare o strappare i capelli.
Inoltre massaggiarvi il cuoio capelluto favorirà anche  la penetrazione di sostanze attive e nutrienti applicate prima, dopo o durante lo stesso massaggio.
 

Cura dei Capelli al mare, la salsedine

Partiamo dicendo che salsedine è un vero toccasana per il cuoio capelluto, soprattutto nel caso in cui sia soggetto ad alterazioni o inestetismi. Se immergete la testa in acqua salata e procedete con un leggero massaggio alla testa, favorirete non solo il microcircolo sanguigno, ma anche il distacco delle cellule morte dal cuoio capelluto.
Nello stesso tempo però la salsedine è il nemico numero uno dei capelli, rendendoli secchi e crespi. Per questo motivo, dopo aver fatto il bagno e un lievissimo massaggio circolare alla testa, dovrete sciacquarli abbondantemente con acqua dolce, cercando di eliminare ogni traccia di sale.
Oltre a queste piccole accortezze, è quasi inutile dirvi di evitare trattamenti aggressivi prima di partire per le vacanze, come permanenti, decolorazioni, o anche tinte, meches e shatush, che rischierebbero di alterarsi a causa dell’esposizione solare ed alla salsedine.
Durante l’esposizione solare vi consigliamo prodotti idratanti con filtri UV, da applicare ogni 2/3 ore, in modo da prevenire l’eccessiva disidratazione dei capelli. Evitate inoltre di pettirarli con la salsedine, soprattutto da bagnati, se non con le dita delle mani.
Cercate di minimizzare al massimo piastre, phon, ferri, e di applicare maschere nutrienti ed idratanti dopo la giornata al mare.
 
 
 
Cosa aspettate! Iniziate subito con le buone abitudini per la cura dei capelli! Con una chioma splendente e il vostro costume da bagno 2019 sarete inarrestabili nella vostra prossima vacanza al mare!

Lascia un commento

I commenti devono essere approvati prima della pubblicazione